28-06-2018

Frattura a cuneo di L2 post traumatica

Salve, sono un ragazzo di 18 anni. In seguito ad un incidente sportivo, avvenuto il 2 Maggio, mi è stata diagnosticata al pronto soccorso, in seguito a rx, Tc e Rmn, una frattura a cuneo di L2 Post traumatica. Il neurochirurgo che mi segue mi ha prescritto 30 giorni di busto C35 ed in seguito Tc e visita di controllo. Il neurochirurgo che mi ha visitato, dopo un mese, ha detto che la Tc, eseguita dopo un mese dall'incidente, obietta la calcificazione di L2, la cui deformità è rimasta invariata. Mi ha consigliato di portare il busto per 3 mesi e in seguito Rm lombosacrale. Inoltre, mi ha detto di poter riprendere la mia vita normale, anche utilizzando mezzi di trasporto. Lei cosa ne pensa? Non potrebbe compromettere la guarigione? Grazie mille.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

La prescrizione del neurochirurgo è corretta. La deformità è purtroppo permanente.

TAG: Adolescenti | Giovani | Neurochirurgia | Ortopedia e traumatologia | Ossa | Radiodiagnostica | Schiena | Sistema Muscolo-Scheletrico