Buona sera Dottore. Il giorno 24 febbraio sono scivolata in casa ed ho battuto la testa. La notte sono cominciate le vertigini fortissime e di lunga durata. Ho fatto la TAC 10 giorni dopo e questo è l'esito: Verosimile linea di frattura della teca cranica a sede parieto occipitale superiore sinistra, in prossimità del vertice. In atto non evidenti alterazioni densitometricamente significative, sovra e sottotentoriali, nè raccolte ematiche a disposizione intra o extrassiale. Ventricoli simmetrici, non dilatati. In asse le strutture mediane. Regolare l'ampiezza degli spazi subaracnoidei e le cisterne della base. Si consiglia consulenza specialistica, monitoraggio clinico e rivalutazione TAC a breve. Ma il medico di base, nella prescrizione, alla voce quesito diagnostico scrive: Traumatismi intracranici di alttra e non specificata natura senza menzione di ferita intracranica esposta. Confesso che adesso ho molta paura. Le vertigini sono diminuite, ma ora avverto una sensazione di freddo alla gamba e al braccio sinistro. La prego, mi faccia capire cosapotri avere. La visita neurologica l'avrò per il 21 marzo, ma non posso vivere con questa angoscia. Premetto che sono anziana, ho 67 anni. Grazie per la risposta. Saluti