23-01-2018

Gastrite Atrofica e Metaplasia Intestinale

Buonasera

37 anni,dal 2011 soffro di Gastrite cronica e Reflusso che con controlli effettuati tramite Gastroscopia nel 2012-2014-2015 hanno sempre confermato la patologia..

Curata con Lansox 30 e Riopan.Gel. A settembre 2017 causa dolori alla bocca dello stomaco e petto che sembrava un attacco cardiaco ho eseguito un altra Egds che riporto: eseguita Gastroscopia.

indicazione:epilgastria e reflusso -Esofago L'esofago è ben distensibile,rivestita da mucosa liscia ed integra sino al terzo inferiore dove si osserva singola erosione a reflusso. Cardias in sede ipocontinente.

-Stomaco:Ben distendibile,con modesto residuo limpido. La mucosa del fondo-corpo è liscia ed integra. A livello antrale si osserva mucosa iperemica ma integra.(Biopsie)

-Il piloro è reoglare.

-Duodeno:Il bulbo e la II porzione sono regolari.

Conclusioni: Esofagite da Reflusso Grado A di Los Angeles. Ipocontinenza Cardiale Gastropatia Iperemica in Attesa di Istologico.

Eseguiti prelievi per ricerca HP. esame Istologico: Materiale inviato:Antro Mucosa Iperemica ma Integra. Descrizione:due Frammenti 0.2cm Giudizio Diagnostico: Lembi di mucosa Gastrica Antrale con Gastrite Cronica Atrofica moderata ad Attività focale lieve e Metaplasia intestinale. Helicobacter Pylori:postivo

Sono andato a visita da due Gastroenterologi visto la preoccupazione per sentire almeno due pareri diversi:

Il primo mi ha detto: La metaplasia intestinale è uno dei segni di accompagnamento della gastrite cronica ... significa materialmente cellule normali in un posto sbagliato cioè come esito di infiammazione si riproducono cellule intestinali in stomaco ... esclusivamente luogo di minor resistenza e quindi da tenere sotto controllo e cercare di eliminare l helicobacter Non è assolutamente detto che diventi displasia... una volta compiuto il tentativo di eradicazione dell helicobacter può essere consigliato effettuare la gastroscopia ogni 2/3anni come da linea guida. Il secondo Gastroenterologo è stato piu crudo,dicendo che la Gastrite cronica antrale Atrofica con Metaplasia è già uno stadio di precancro;che in breve tempo si potrebbe trasformare in displasia e di consuguenza in neoplasia o comunque tumore. Dopo questa visita sono rimasto senza parole..afflitto e condannato..mia moglie con il volto segnato,quindi per entrambi preiccupazione. Vorrei una volta per tutta chiarezza dopo aver fatto due visite in pratica con diagnosi opposte.

A questo punto ho cercato sul Web notizie e in molti articoli ho trovato la conferma che è una forma precancrosa.. quindi domanda secca la mia Gastrite cronica antrale Atrofica con Metaplasia intestinale È destinata a diventare displasia e poi mutare in Tumore? IControlli endoscopici per essere sereni ogni quanto tempo? Scusate ma l'ultima visita effettuata mi ha molto amareggiato.

Grazie per le future risposte.

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

Concordo con entrambi colleghi i cui pareri non sono di fatto discordi , anche se apparente diversi, ma solo diversi nel relativizzare o accentuare pericoli imminenti.

È il caso però di tranquillizzarla perché l'evoluzione verso il tumore non è inevitabile ed obbligata, specie se la terapia eradica L'Helicobacter e se ci si sottopone ai periodici e corretti controlli nel tempo. L'eradicazione dell' H.P. rallenta molto e a volte stoppa la progressione verso i vari possibili gradi di displasia .

Il monitoraggio permette poi , se davvero dovessero rendersi necessari, eventuali e precoci interventi risolutivi.

TAG: Disturbi gastrointestinali | Esami | Gastroenterologia | Infezioni | Infiammazioni | Intestino | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!