Buonasera! Ho 23 anni e sono una ragazza. Da circa tre settimane, dopo aver avuto un attacco di panico, sto riscontrando dei peggioramenti nella qualità della vita. Ho spesso la tachicardia, soffro di dolori al petto e al braccio sinistro, dolori al collo, vertigini, stanchezza immotivata e problemi di digestione e reflusso, bruciore allo stomaco, risalita di gas verso l’esofago. Una settimana fa il mio dottore, preoccupato dalla tachicardia, mi ha prescritto un ECG urgente dal quale non è emerso niente di particolare, così anche dalle analisi del sangue e sono stata rimandata a casa con cinque gocce di Diazepam e la diagnosi di attacco di panico. Il mio dottore mi ha prescritto 10 giorni di Pantorc per i problemi allo stomaco e Ansioten per la notte, fino all’altro ieri andava tutto bene, invece ieri e oggi ho ricominciato a sentire i fastidi di quando ancora non avevo iniziato la terapia. Ora mi chiedo: sarà possibile che una gastrite da reflusso mi crei sintomi che mi facciano pensare ad un infarto? Oppure dovrei andare nuovamente a farmi controllare?