20-04-2006

Gent. dottore, ho 46 anni, pratico a livello

Gent. Dottore, ho 46 anni, pratico a livello amatoriale la corsa, allenandomi con una certa regolarità tre volte la settimana e arrivando a sostenere qualche gara domenicale (mezze maratone, corse in montagna, una maratona). Proprio in vista di una nuova maratona, alla visita medico-sportiva (mai fatta prima) mi è stato riscontrato un “soffio al cuore”, per cui sono stato consigliato ad effettuare degli accertamenti, il cui esito riporto integralmente in calce (ecocardiogramma color doppler). All’esito finale, per me molto deprimente quanto inatteso non avendo mai avuto nessun tipo di problema o sintomo, il cardiologo mi ha sconsigliato di continuare a correre su lunghe distanze, anche con ritmi moderati. Le chiedo gentilmente di esprimere il suo parere circa l’esame effettuato e di darmi risposta circa i seguenti quesiti: 1. mi conferma la necessità di abbandonare la corsa su lunga distanza? 2. in tal caso, posso correre su distanze più brevi e meno affaticanti e fino a che punto di allenamento settimanale e piccole gare posso spingermi senza crearmi problemi? 3. il problema da me accusato è irreversibile o può essere attenuato grazie a farmaci ecc.? 4. in caso di peggioramento nel tempo, qual è il rimedio? La ringrazio moltissimo e attendo una risposta. Cordiali saluti, Walter.
Ecocardiogramma color-doppler: Esame compatibile con: stenoinsufficienza aortica di media entità, IM. Lieve, IT. Lieve, lieve dilatazione dell’aorta ascendente. Atrio sinistro descrizione: normale DTS antero-posteriore (v.n. 15-40 mm.): 30 VTS (v.n. 25%) : 40 VTD (v.n. 50%) : 61 Punt. di Asiner. (v.n. = 0) : 0.0 WMSI (v.n. =1) : 0.0 Spess. teledist. Siv (v.n. 6-12 mm): 9.0 Fraz. Ispess. (v.n. > 30%) : >30 Spess. Teledist. Parte inf. ( v.n. 9-12 mm): 9.0 Fraz. Ispessimento (v.n. > 30%): > 30 Aorta descrizione: grossolane calcificazioni commisurali e distali della cuspide destra in valvola verosimilmente tricuspide; duplice jet da rigurgito valvolare. Diametro radice (A1) (v.n. 14-26-mm): 32 Diametro Ao bulbare (v.n. 21-35 mm): 34 Diametro Ao ascendente (v.n. 21-35 mm): 41 Vmax (v.n. 1-2 m/s). 3.3 Dpmax (i) (v.n. 2 cm2/m2): 1. Reflusso: 2+ / 4 Mitrale descrizione: pseudoprolasso del lam reflusso: +/- Atrio destro Descrizione: normale VTS (v.n.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Sicuramente il cardiologo che ha consultato le ha dato dei consigli adeguati. E’ sconsigliato correre su lunghe distanze ma direi in generale è sconsigliata una attività agonistica. Può effettuare attività fisica allenante in modo moderato. Il difetto valvolare di cui soffre non è reversibile, necessita di periodici controlli cardiologici ed ecocardiografici; in caso di aggravamento si può arrivare all’intervento chirurgico di sostituzione valvolare.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!