Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-05-2006

Gent.mo dottore, sono una giovane collega di 25

Gent.mo Dottore, sono una giovane collega di 25 anni e le riscrivo per avere un suo parere in merito ad uno "spiacevole episodio" avvenuto qualche giorno fa. Sono affetta da un'insufficienza mitralica di grado moderato da prolasso (LAM > LPM); qualche giorno fa, durante il turno notturno, ho avuto un episodio di tachicardia con numerose extrasistoli molto fastidiose (non ho effettuato l'ecg) della durata di circa 10 minuti risoltesi con il riposo. Tale episodio può essere associato al fumo e allo stress? Ho notato che condizioni di stress, di stanchezza fisica nonchè il fumo, aumentano la frequenza delle extrasistoli (sopraventricolari secondo l'holter di un anno fa circa). Lei cosa mi consiglia? Ripeto l'Holter? (svolgo anche attività fisica - palestra con pesi leggeri 3 volte/sett). La ringrazio anticipatamente per la Sua cortese attenzione. gloria.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Indubbiamente fumo e stress possono essere un fattore scatenante per aritmie. Può essere utile ripetere un’Holter per valutare la tipologia delle aritmie.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!