22-03-2004

Gentile dottore, 3 mesi fa ho avuto un aborto

Gentile dottore, 3 mesi fa ho avuto un aborto interno e ho subito un raschiamento. Inizialmente ho reagito bene, l'avevo superato, ne riuscivo a parlare con tranquillità invece adesso è da qualche settimana che sta incalzando dentro di me la paura di non rimanere incinta o meglio di avere un altro aborto. Fino al mese scorso non ci pensavo, ero serena perchè sapevo che il mio corpo doveva guarire, ristabilizzarsi, ma adesso no, adesso sta diventando quasi un'ossessione: vengo attratta da tutto ciò che riguardano i bambini( vestitini-giochi-libri) immaginando cose che vorrei fare con i miei figli. Sia in famiglia che dove abito sono circondata da bambini, e ci soffro. La gente mi chiede, mi parla degli aborti di altre persone e mi dà tremendamente fastidio, vorrei urlare, scappare e dire BASTA!! Anche a lavoro sono stata ricattata, mi dovrebbero fare un contratto con la legge 407, ma mi è stato chiesto di stilare una lettera di licenziamento senza data, in modo da poterla usare nel caso in cui fossi incinta. Mio marito è al corrente di tutto questo, ne parliamo, sa che sto male, ma a volte non mi sento capita, lui dice che per superare l'aborto ci vuole solo un figlio. La prego di darmi un consiglio, possibilmente non mi venga a dire che ho 28 anni e ne posso avere ancora tante di gravidanze, non mi aiuterebbe affatto. Grazie 1000, SANDRA.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’aborto è un evento frequentissimo e riguarda il 60% delle gravidanze (quindi è normale che siano più gli aborti che le gravidanze andate a buon fine) anche se solo nel 30% dei casi la donna se ne accorge. Questo sta a significare che non c’è alcun motivo per il quale lei si preoccupi sulla possibilità di avere altre gravidanze che vadano a buon fine. Se queste affermazioni, scientifiche, non la tranquillizzano, potrebbe trovare conforto in qualche colloquio psicologico.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!