Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-10-2006

Gentile dottore, da alcuni anni soffro di

Gentile Dottore, da alcuni anni soffro di tachicardia che si manifesta periodicamente con battito cardiaco accellerato, affanno, un senso di pesantazza al petto, spossatezza, affaticamento inspiegabile. Premetto che sono una persona ansiosa, tuttavia dopo le varie cure, ritengo di essere migliorata sotto questo punto di vista; da alcuni mesi accuso un forte gonfiore alle caviglie e ai piedi con relativo dolore, anche nelle mani, inoltre soffro di asma da allergia; Mi sono sottoposta a diversi elettrocardiogrammi negli ultimi anni, tutti con esito negativo; per combattere questo battito accelerato la cardiologa mi ha prescritto una cura a base di "Congescor" che ho seguito per qualche mese. La ringrazio anticipatamente per il parere che gentilmente vorrà darmi. Monica
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La tachicardia di cui soffre sembra essere riferibile allo stato di ansia. Il betabloccante prescritto (congescor) è una cura razionale. Le terapie che eventualmente possono essere stare prescritte per l’asma possono favorire la tachicardia. Gli edemi ed il dolore a caviglie e piedi deve essere inquadrato nel contesto clinico cosa che è opportuno faccia il suo cardiologo di riferimento.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!