Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Gentile dottore,scrivo per conto di mio padre, 61

Gentile dottore,Scrivo per conto di mio padre, 61 anni.In data 25.10.12 si è sottoposto ad intervento chirurgico di Mucoprolessectomia emorroidiaria sec. Longo. Nel pomeriggio e la mattina seguente sono seguite emorragie e altri ben due interventi in sala operatoria, segnati in cartella come emostasi in sanguinamento. Il giorno successivo nuovamente in sala operatoria per ulteriore emorragia, intervento segnato in cartella come anoscopia intra operatoria con lavaggi del canale anale.Ben 4 interventi in 3 giorni e nessuna collaborazione del personale medico, tanto che si era ipotizzata denuncia poi non fatta.Il decorso e' stato poi privo di problemi, se non per leggeri sanguinamenti ripresi quasi a distanza di un anno. Mio padre e' ciclista e fa molti chilometri in bicicletta, può essere la causa o una recidiva dell'intervento?Oltre che sentire nuovamente il chirurgo che lo ha operato, di cui però' onestamente si è' persa fiducia, cosa sente di consigliare?Grazie, cordiali saluti
Risposta del medico
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia

buonasera,

Le rispondo da proctologo e da ciclista,

dica a Suo padre di macinare tranquillamente chilometri in bicicletta, poichè se dovrà comparire una recidiva, comparirà anche stando in poltrona, d'altronde gli ultimi studi hanno visto che la bicicletta non ha alcuna influenza negativa sulla patologia emorroidaria.

L'intervento di Longo, al contrario di altri interventi, ha una percentuale di recidiva più alta.

spero di essere stato esaustivo,

cordilali saluti

Risposto il: 10 Settembre 2013
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali