Gentile dottore,sono un ragazzo di 21 anni. Da qualche settimana mi sono reso conto di avere una sorta di piccolo pallino nella zona anale, abbastanza vicino alla "uscita" (mi spiace, non so esprimermi in termini medici). Me ne sono reso conto perché, a seconda della durezza delle feci, poteva capitare di trovare del sangue nella carta igenica (per... Leggi di più fortuna non direttamente nelle feci), come se provenisse da una ferita fresca. Non conosco molto bene la differenza fra emorroidi e ragadi, e non so nemmeno se si tratti di una di queste due cose, o addirittura un polipo. Posso dirle però, nel caso le fosse d'aiuto a capire il problema, che fino all'anno scorso soffrivo molto spesso di stitichezza. Poi ho iniziato a seguire una dieta più sana, tendente al vegetariano, e ricca d'acqua, e nonostante qualche eccesso opposto (feci molto liquide, talvolta) la stitichezza si presenta più raramente, di solito solo a causa di qualche eccesso "universitario", veda pizzate e aperitivi. Questa settimana però ho sofferto molto perché questo pallino sembra essersi infiammato, col risultato che adesso ho una paura matta di andare in bagno: il dolore è acuto e pungenteOltre a chiederle, secondo lei, di cosa si possa trattare (dovrò partire a breve per un viaggio, ma appena torno ho intenzione di farmi visitare al più presto possibile), le chiedo anche se questo problema possa essere causato dal sesso anale e, in caso si trattasse proprio di emorroidi o ragadi, se questo significa che non potrò mai più praticarlo. Volevo anche chiederle: posto che la stipsi si presenta di rado, c'è qualche cosa che posso prendere in farmacia per ammorbidire le feci, nel caso ci fosse bisogno?Ringraziandola in anticipo e scusandomi per la poca chiarezza e per le troppe domandeG.