L’ESPERTO RISPONDE

Gentile dottore, tre anni e sette mesi fa mi sono

Gentile dottore, tre anni e sette mesi fa mi sono operato di prostatectomia per un carcinoma acinare moderatamente differenziato, grado 3+3 combinato 6/10 sec. Gleason) presente in meno del 50% del lobo destro ... non infiltrazioni né estensione extracapsulare. nonostante dopo l'intervento mi è rimasto il/lo PSA di 1.09, il primo anno non mi hanno... Leggi di più fatto fare nessuna cura perché, scintigrafia ossea, Tac totale e Pet con colina sono risultate tutte negative. Intatto il/lo PSA, dopo un picco di 2.16, raggiunto appunto al quarto controllo trimestrale, al tredicesimo mese, senza che facessi alcuna cura, era sceso a 2.09 e il mese dopo addirittura a 1.67. A questo punto, però, mi hanno fatto eseguire una Pet con carbone acetato ed è emerso che nei piani caudali della loggia prostatica, in prossimità delle clip chirurgiche, l'indicatore evidenziava una modesta concentrazione di 1,3 cm. Alla luce di questo risultato, mi fecero iniziare una cura con Enantone e il/lo PSA si è quasi azzerato oscillando tra lo 0.02 e 0.04. Ho interrotto Enatone nove mesi fa (marzo 2013), ma ora il/lo PSA ricomincia nuovamente a salire: a giugno 0.08, a settembre 0.16 e il due novembre 0.32. Tre giorni fa (19 novembre 2013), mi hanno fatto eseguire una transrettale, dove si evidenzia una formazione nodulare solida ipoecogena di 1,9 x 1 x 1,7 cm (2 ml), disposta in sede anteriore rispetto all'uretra. Tale formazione presenta vascolarizzazione all'ecocolor. Per completezza d’informazione, aggiungo che ho 71 anni, che sto bene e che nonostante la cura con Enantone, eccezion fatta per qualche problema d’erezione, ho sempre avuto rapporti sessuali completi.Sono convinto che il mio caso è più unico che raro e, proprio per questo, le chiedo: E’ giusto che mi sottoponga a radioterapia dopo che sono trascorsi 44 mesi dall’intervento, esistono altre possibilità? Nell'attesa di un suo prezioso consiglio, le chiedo se è il caso di fare una biopsia e altri esami o intervenire subito con la radioterapia o altro. Mille grazie e cordialità. Enzo.

Risposta del medico
Specialista in Chirurgia vascolare e Urologia

 Non mi ha detto quale struttura la segue , centro oncologico o no , di quale ospedale  sarebbe importante , comunque io mi affiderei agli esperti che l'hanno già avuta in cura , l'enantone serve a impedire che il testosterone prodotto dai testicoli alimenti la ricrescita e la radioterapia e sterilizzare aree di ripresa , in ogni caso non si reinterviene chirurgicamente , la biopsia potrebbe essere utile , la radioterapia però non indugerei a farla . Sappia che il suo caso è simile a molti altri . Il decorso postoperatorio di queste forme è spesso complesso e capriccioso .

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
I parametri per una diagnosi certa di eiaculazione precoce
I parametri per una diagnosi certa di eiaculazione precoce
2 minuti
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
1 minuto
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
1 minuto
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Specialista in Andrologia e Urologia
Prato (PO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia pediatrica e Urologia
Prov. di Reggio di Calabria
Specialista in Urologia e Andrologia
Cimitile (NA)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)
Specialista in Urologia
Peschiera del Garda (VR)