24-01-2006

Gentili dottori, mi complimento per il servizio

Gentili dottori, mi complimento per il servizio informativo da voi gestito. Il mio caso è il seguente. L'anno scorso ho aiutato un familiare in lavori di giardinaggio che so affetto da Epatite C. Contestualmente a questi lavori, ho utilizzato uno spillo precedentemente utilizzato da quest'ultimo, con il quale mi sono punto. Come prima precauzione ho "succhiato" fuori il Sangue dalla microferita che poi ho disinfettato con alcol e hyposcrub. Interrogato a più riprese, il familiare mi ha rassicurato di non essersi mai punto con tale spillo. Visto che comunque non riuscivo a tranquillizzarmi, dopo 75 giorni ho effettuato uno Screening anti-hcv che ha dato esito negativo. Il mio medico mi ha rassicurato dicendo che non trattandosi di ago cavo, il contagio era comunque alquanto improbabile, e mi ha dissuaso dal ripetere il test. Su alcuni siti ho letto che il periodo finestra è mediamente di 6-8 settimane, e non supera di regola i 70 giorni, se non in casi eccezionali di persone immunodepresse. Posso dunque tranquillizzarmi con il responso? Ringrazio anticipatamente.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Riteniamo che possa tranquillizzarsi e ragionevolmente evitare ulteriori controlli clinici.