10-05-2006

Gentilissimo dottore, ho 35 anni e da più di tre

Gentilissimo Dottore, ho 35 anni e da più di tre anni soffro di un dolore al torace appena a sx dello sterno, verso la metà della sua lunghezza. questo dolore non è continuo, dura a volte qualche min. a volte pochi sec., e mi viene sia se sono a riposo che durante l’attività fisica, come corsa o partite di calcio. ho fatto i seguenti esami: ecg, ecocardio, ecg sotto sforzo, tac con mezzo di contrasto, gastroscopia, rx tubo digerente con mezzo di contrasto, radiografia toracica, radiografia della colonna nella regione toracica, ecografia addome sup e inf., test reumatici (analisi del sangue), visita reumatologica. i risultati degli esami sono negativi. per esser precisi, la radiografia della colonna ha rilevato una piccola ernia al disco che a parere medico non da problemi e quindi non da operare. il cardiologo mi ha diagnosticato con l’ecocardio una lieve insufficienza della valvola mitrale. ma ha anche detto che il mio cuore è assolutamente integro e che il dolore non può essere assolut. di origine cardiaca (secondo lui). con il test da sforzo fatto all’ist. di medicina sportiva mi hanno dato l’ok. non fumo, faccio attività fisica quasi regolarmente. familiarità: mia madre ha fatto una plastica alla mitrale, per insuff. della stessa, ma all’età di 70 anni. non so più che fare. il dolore a volte quando vado a correre, appena inizio, lo sento un pò poi passa e ogni tanto ritorna. se tocco le costole, in quella zona le sento indolenzite, a volte, anche quando il dolore non c’è, a volte, non sento nulla (non ho mai avuto traumi in quella zona). sono andato da molti medici, un sacco di visite, ma nessuno sa dirmi la causa di questo disturbo. con una lieve insufficienza mitralica posso continuare davvero a fare attività fisica come mi hanno detto? so che esiste un detto medico in proposito: "l’insufficienza mitralica peggiora l’insuff. mitralica". Col tempo la cosa peggiorerà? può esserci una relazione tra l’insufficienza e il dolore toracico? La prego mi dia un consiglio o mi dica che altri esami posso fare o dove posso recarmi. devo assolutamente capire di cosa si tratta perchè è un dolore fastidioso e preoccupante. ho preso per giorni un antiinfiammatorio (orudis) ma le cose non sono cambiate la ringrazio infinitamente andrea.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il miglior consiglio è che la smetta di preoccuparsi e di sottoporsi a esami inutili. Si tratta probabilmente di un dolore muscolare, certamente fastidioso, ma, alla luce di tutti i test a cui si è sottoposto, non preoccupante.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!