Ho 26 anni e mi chiamo Laura all 'età di 6 anni ho perso il papà e da li siamo ccresciute in un modo abbastanza sereno...Ma del mio problema tutto è iniziato due anni fa io ho deciso di intraprendere una relazione amorosa in maniera molto seria con un ragazzo ero pronta a scalare "l'everest" infatti ero parita molto velocemente avevo chiaro tutto quello che cera nel cuore ma lui per ben due volte con me ha fatto il classico tira e molla perchè aveva paura ....un avolta ritornato da me siamo partiti con una relazione seria ma in me era successo qualcosa le sue paure sono diventate le mie....ansia su ansia mal di stomaco...fatica ad allontanarmi da casa un macello fino a quando in agosto 2010 siamo partiti per una vacanza uscivo da un forte strres lavorativo e al mare l'inferno volevo tornare a casa mia ...piangevo solo le pastiglie di alprazolam mi calmavano per qualche ora.Tornati a casa dopo poco tempo lho lasciato perche ero straconvinta che lui fosse il mio problema ma ho risolto ben poco ...fino a quando non ho intrapreso una terapia ipnotica da un psicoterapeuta da li qualche miglioramneto da un giorno all altro ho smesso di prendere farmaci ma le crisi non sono del tutto andate via questo ragazzo anche se ci siamo lasciati mi sta comunque vicino e cio che non capisco sono le mie reazioni se lui mi dice di non sentirci più sto male come un cane l'altro giorno mi è capitato di scoprire che lui ha fatto amicizzia con una ragazza che è fidanzata anche lei e li una scenata di gelosia...ma Il mio problema è il mio blocco emozionale è come se il cuore si fosse anestetizzato si è addormentato facendomi cadere in una depressione e crisi di panico sono affetta da sindrome di peter Pan?Un altro stato d'animo che avverto è la paura di non uscirne e di non riuscire a creare una mia vita.