Ho 34 anni. Da circa 2 mesi soffro di un prurito pressochè generalizzato. Tutto è iniziato con dei puntini più o meno grandi apparsi alla caviglia sinistra poi si sono velocemente estesi alla caviglia destra e agli avambracci fino al gomito poi hanno coinvolto tutte le gambe fino alle ginocchia unendosi in macchie rosso violacee meno pruriginose dei singoli puntini. Sulla caviglia e sulle ginocchia le macchie rosse diventavano bianche giallastre e si desquamavano. La visita dal dermatologo ha diagnosticato un eczema da contatto di tipo allergico (probabilmente esploso a causa di alcuni pizzichi presenti sulla caviglia sinistra già alcune settimane prima che non ne volevano sapere di guarire) ma nonostante un trattamente a base di Deltacortene - Eritromicina idi - Bactroban - Mizollen e creme ed oli emolienti la situazione non è migliorata. Dopo un lieve migliramento i puntini rossi e le macchie si sono estesi al dorso delle mani e ai polsi, all'inguine, al fondo schiena (fortissima concentrazione), sui glutei e sui fianchi e il prurito inizilmente scomparso ad inizio cura è tornato.Sono in attesa di esito degli esami allegologici effettuati dopo aver sospeso la cura per 1 settimana.Cosa può essere. E' veramente un eczema da contatto di tipo allergico dovuto ad una pizzicata? Continuando con la cura guarisce? Non è eccessivo prendere cortisonici ed antibiotici per 2 mesi ?