Ho 46 anni e nell'ottobre 2006 ho subito un infarto anterolaterale esteso con impianto di stent medicato. Dall'ecocardiogramma effettuato a ridosso dell'infarto risultava una disfunzione diastolica del ventricolo sx classificata come "grave", una disfunzione sistolica dello stesso ventric sx classificata come "moderata". I valori del Diametro... Leggi di più telediastolico Vsx erano di 61 mm, quelli del Diametro telesistolico Vsx 47, con un volume rispettivamente di 125 ml e 78 ml.Prendo stabilmente mezza compressa di Sequacor 3,75 (dato che i miei valori pressorii sono in genere più che nella norma), insieme a 1 Plavix-Clopidogrel al mattino, e a 1 Cardioaspirina 100 la sera. Nel giugno di quest'anno abbiamo rieffettuato Ecocardiogramma e i valori del Ventricolo Sx sono risultati i seguenti: 73 mm il diastolico e 57 il sistolico (contro i 61 e 47 dell'ottobre scorso). L'atrio sx è passato da 41 mm a 52 mm. In altri termini vi è stata una dilatazione piuttosto significativa, mi pare di capire, del ventricolo. Non ho tuttavia mai percepito disturbi seri, mi muovo bene, cammino molto, raramente percepisco una lieve mancanza di respiro (il classico "respiro corto", diciamo) che avverto però collegata a cambiamenti climatici o di pressione atmosferica. Aggiungo infine che la Frazione d'eiezione sembrerebbe essere passata da un 37,5, registrato al momento post-infarto nell'ottobre 2006, a un valore di 32, in giugno 2007.La mia domanda è la seguente: quali sono, di norma, le terapie o gli interventi praticati in un caso come questo? Mi devo attendere a breve un ulteriore incremento della già severa insufficienza ventricolare? Può incidere il fatto di praticare molto sport, per aiutare a ridurre (ove ciò sia possibile) tale insufficienza? Infatti per quest'anno, purtroppo molto timoroso dopo il grave infarto, mi sono limitato a camminare, a fare giornalmente una bella salita e a praticare almeno due-tre volte la settimana 15 minuti di bicicletta. Ma dove inizia una soglia di assoluta necessità di intervento in ospedale per la mia situazione? Concludo - scusandomi se sono stato troppo specifico - dicendo che avendo colesterolo in ordine (valori LDL 48, HDL 34) mi è stato sospeso il Crestor. Lo stesso per gli Ace-inibitori, prendevo il Triatec, che mi buttavano un po' giù come pressione, rispetto alla mezza compressa di Sequacor 3,75. La frequenza cardiaca media è sui 75-77, ma la sera scende anche a 65.Vi ringrazio di cuore per la Vostra cortese risposta