Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-04-2006

Ho 46 anni e pratico l'attività subacquea da un

Ho 46 anni e pratico l'attività subacquea da un paio di anni, ed ho fatto 110 immersioni, l'ultima il 21 gennaio 2006... Il 10 Febbraio 2006, nel corso di un check-up ordinario, che effettuo annualmente a scopo di controllo e prevenzione, l'ECG ha evidenziato "onda Q in sede inferiore" per la quale ho eseguito un; Ecocardiogramma doppler che ha mostrato "Ipocinesia apicale in sede inferiore" e ho effettuato in seguito una Scintigrafia miocardica che ha mostrato un difetto di perfusione in sede basale postero laterale. Sono stato ricoverato per ulteriori accertamenti presso il dipartimento cardiovascolare dell' ospedale San Camillo di Roma. Le note di decorso sono le seguenti: durante la degenza il paziente è stato asintomatico. L'ecg all'ingresso non mostrava significative anomalie della ripolarizzazione ed è rimasto stabile nei controlli successivi. Non alterazioni dei marker di miocitolisi. E' stato eseguito in data 17- 03- 06 ecostress alla dobutamina che è risultato negativo per segni e sintomi di ischemica. L'esame è stato interrotto al 77% della Fc teorica max per comparsa di extrasistoli ventricolari polimorfe e ripetitive regredite prontamente dopo terapia con beta bloccante. E' stato eseguito in data 24- 03- 06 Tc torace (senza e con contrasto) e Coronarografia Tc esame eseguito con tecnica di acquisizione spirale multistrato, con somministrazione ev di mdc iodato idrosolubile ionico, cardiosincronizzazione reprospettiva. Tronco comune di decorso e calibro nella norma. La discendente anteriore presenta una piccola calcificazione del tratto prossimale della discendente anteriore ; il tratto distale presenta un corto tratto intramiocardico con riduzione di calibro evidente solo in alcune fasi cardiache. Non alterazioni della circonflessa. La coronaria destra è di decorso e calibro nella norma; dominanza destra con discendente posteriore di calibro nella norma.... La mia domanda è: posso continuare la mia attività subacquea? Le risposte dei medici del S. Camillo sono contrastanti, alcuni propendono per il sì solo in determinate circostanze, altri la escludono... quale è il vostro parere? Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Cordiali saluti, Marco.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gli esami effettuati hanno varia accuratezza, ma quelli più attendibili escludono la presenza di anomalie significative coronariche e di ischemia miocardia inducibile. L’anomalia ecocardiografica potrebbe essere attribuibile al passaggio intramuscolare del tratto terminale del ramo discendente anteriore che tuttavia non ha rilevante significato prognostico in assenza di ischemia inducibile dimostrata con le altre metodiche. Sulla base di questi elementi quindi, non sussistono controindicazioni assolute all’attività subacquea.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!