09-02-2006

Ho 57 anni ed una tormentata quanto irrisolta

Ho 57 anni ed una tormentata quanto irrisolta situazione cardiologica. Mi spiego meglio. Nel 1986, a seguito di un impegno fisico mi si è manifestato qualche fastidio toracico nonchè un pò di tachicardia ed extra sistoli. Ad una visita cardiol. mi fu diagnost. un sottoslivellamento della curva ST con conclusione di Ischemia coronarica. Ad altro controllo la conclus. fu "alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione in parete inferiore. Successivamente nel 1993 ad una prova da sforzo al cicloerg. la risultanza fu "prova negativa per ischemia da lavoro". Con alti e bassi nel senso di tachic. ed extrasist. si arriva al 1999 con ricovero ospedaliero per fibrill. atriale regredita con Terapia farmacol. A seguito di ciò ho eseguito vari controlli cardiol. tra cui una nuova prova da sforzo che diede tale risultato: test indicativo di insuff.coronarica a frequenza cardiaca significatica -risposta pressoria allo sforzo elevata PA diastolica; modificazioni del tratto st-t sottoslivell. di 2,5 mm da V2-V6 all'acme dello sforzo. Per cui mi fu consigliata la scintigrafia miocardica da sforzo che ha evidenziato difetto di captazione del radionuclide nel segmento basale della parete antero-laterale che regredisce, riperfondendo, nell'acquisizione a riposo. Per questo fui consigliato di effettuare una coronarografia che feci con il seguente risultato: tronco comune di buon livello; DA molto sviluppata, normale; Cx ben sviluppata, normale; CD dominante; DP poco estesa, ma normale. A questo punto Le chiedo come si giustifica tutto ciò con la coron. che ha adato esito negativo? Devo comunque riferire che io avverto spesso doloretti o meglio fastidi leggeri al centro del petto con senso di oppressione che sim diramano al BRACCIO sinistro e con un senso non di affaticamento ma di non essere completamente libero toracicamente. Io ho comunque sempre fatto attività sportiva senza mai avere grossi problemi se non dovuti al fatto che gli sportivi della domenica non si allenanao.Mi scuso per essermi troppo dilungato ma, il problema aveva bisogno di essere posto in modo preciso. Grazie per la risposta che mi vorrà dare per essere giustamente indirizzato su cosa fare per sapere di cosa si tratta effettivamente. P.s. Mi può, eventualmente, consigliare se devo effettuare nuovi accertamenti? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Mi sembra che sia stato ampiamente e correttamente valutato. Non credo debba eseguire ulteriori esami. Non ha specificato nella lettera se sta assumendo farmaci.