15-05-2008

Ho 62 anni, alto 169 x 70, pratico attività

Ho 62 anni, alto 169 x 70, pratico attività sportiva da sempre e una dieta iposodica, e negli ultimi due anni ho avuto casi sporadici di ipertensione, il primo caso è avvenuto in montagna durante un rapporto sessuale con una forte cefalea pulsante, ne parlai con il medico di famiglia che mi fece controllare la pressione per diverso tempo senza che mai si scostasse dal mio normale 105/60, 120/70. Negli ultime 10 giorni si sono verificati due episodi, il primo 10 giorni fa con forte cefalea pulsante e rialzo pressorio fino a 200/100, sono stato portato al p.s. dove mi hanno sottoposto a diversi controlli,(e.c.g, esame sangue, tac cranio, rx torace) in seguito, e.e.g, holter risultati tutti nelle norma. Le ultime due volte gli episodi si sono manifestati in circostanze simili, inizio verso le 15, due ore circa dopo il pasto, del primo accenno di cefalea, che in poco piu di una ora diventa molto forte, controllando la pressione diverse volte si nota in continua salita fino ad un massimo 200/100 nel corso di circa 4 ore, per poi ristabilizzarsi ai valori normali nel corso di circa altre 4 ore. Cosa mi consigliate? Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In montagna e dopo un rapporto sessuale una crisi ipertensiva potrebbe essere giustificabile. Negli altri episodi, esiste il dubbio che la pressione alta sia una conseguenza, piuttosto che una causa: tutti i dolori ed i disturbi tendono ad accentuare la pressione. Le consiglio di rivolgersi ad un neurologo ma anche di effettuare un monitoraggio delle 24 ore della pressione arteriosa. In caso di persistenza dei disturbi, si rivolga ad un centro specializzato in ipertensione
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!