Ho la sindrome di Budd Chiari diagnosticata nel 2004,dopo uno scompenso epatico,causa scatenante e' stata attribuita all'uso di anticoncezionale. Eseguita biopsia epatica il fegato presentava fibrosi epatica. Nel novembre 2007 recidiva di trombosi epatica,ripristinata terapia con coumadin,eseguiti esami ematologici,che evidenziano mutazione genetica Jack 2,la biopsia osteomidollare fa diagnosi di patologia mieloproliferativa cronica,(minima fibrosi midollare)non meglio specificata in quanto l'emocromo e' ancora nei valori normali.Pertanto l'ematologo sostiene che e' questa patologia il fattore scatenante la S.di Budd Chiari.Se dovessi avere altri scompensi epatici ed avere bisogno del trapianto di fegato,tale patologia potrebbe essere criterio di esclusione al trapianto? In attesa di vostra risposta ringrazio Donatella