28-03-2006

Ho un leggero prolasso della valvola mitrale, nel

Ho un leggero Prolasso della valvola mitrale, nel '99 dopo un periodo di grande Stress ho avuto episodio di tachicardia parossistica e inizio di fibrillazione regredito con ritmonorm. da allora prendo inderal 1/2 cp x 2 al dì. vorrei sapere se l'uso di betabloccanti a lungo può causare danni. da allora non fatto più nessuna visita cardiologica perchè nel 2000 ho scoperto di essere HCV positiva e mi sono dedicata solo a questo, devo fare controlli cardiologici e con che scadenza. grazie per la vostra gentilezza.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
L’uso dei beta bloccanti a lungo termine non sembra possedere effetti negativi. Al contrario svolgono una azione cardioprotettiva ben documentata. Le dose che lei assume però sono basse e quindi il problema nel suo caso andrebbe senz’altro ridimensionato . Dalla sua nota il prolasso mitralico da cui è affetta sembra essere di grado non significativo. In questo caso non esistono raccomandazioni definite sulla frequenza dei controlli. Senz’altro però vista la data dell’ultimo controllo è consigliabile rivalutare la situazione alla prima occasione.