Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

09-02-2004

Ho un problema, non so neppure più se è uno o

Ho un problema, non so neppure più se è uno o sono più di uno. A settembre ho scoperto di avere 2 strane palline un po' più sotto dell'ascella dx. La mia ginecologa ha detto che non era nulla, e mi ha inviato dal dermatologo, che invece mi ha fatto fare un'ecografia mammaria ed un'ecotomografia delle parti molli... visto che per lui non erano accumuli di grasso o altro. Il risultato è stato che ho delle formazioni nodulari a margini netti, delle due citate: la + grande di 7 mm, e tutta la zona ascellate e il seno stesso dx è pieno di piccole formazioni di egual tipo. "Per ora non presentano segni di evolutività" c'era scritto. Di lì a poco ho avuto rapporti sessuali non protetti e per questo ho iniziato a prendere la pillola... solo che spesso ritardavo gli orari ecc. Morale della favola, non riesco a capirci più nulla. E' più di un mese che ho una specie di ciclo, perdite rosse, ma di lieve entità... anche durante l'assunzione del farmaco, e quando ho interrotto per il normale periodo di pausa, tali perdite hanno continuato a manifestarsi, senza dare il posto al classico ciclo mestruale. Ora non so se tutto questo è connesso: perdite di Sangue e noduli. Faccio presente che sono dimagrita moltissimo da 63 a 47 kg da giugno ad agosto... per bulimia-anoressia... Ora mi chiedo... avendo quei noduli, potrei aver creato danni con l'assunzione della pillola? e riprenderla ora con queste strane perdite non è stato peggio? I noduli potrebbero essere divenuti visibili a causa della mia magrezza, e magari li ho sempre avuti? La mia ginecologa secondo me ha preso tutto sottogamba, ed io di conseguenza. Non sarebbe ideale fare delle analisi come: Mononucleosi, Toxoplasmosi (ho 2 gatti)... ecc per vedere se i noduli sono dovuti ad altro? Anche all'inguine se ne notano alcuni simili ultimamente. Il ciclo potrebbe essere un aborto spontaneo o qualche strana malattia? Che devo fare... ? Patrizia quasi disperata.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La sua disperazione è trasmessa purtroppo nella confusione con cui riferisce le notizie. Posso dirle che la pillola va presa solo se prescritta e sotto il controlo di un ginecologo che saprà valutarne la giustezza dell’impiego. Se ha dubbi sulla sua ginecologa (alla quale non so però quanto abbia esposto successivamente la sua condotta) può chiedere ulteriori consigli, magari ad un consultorio familiare nella sua zona.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!