Ho un nipotino che ha cinque anni e che nello scorso gennaio ha perso il papà. Nei mesi successivi il bambino ha sempre dimostrato di comprendere le spiegazioni ai quesiti da lui posti in merito al suo papà, ma da un pò di tempo a questa parte comincia a non voler più andare all'asilo; vuole più costantemente la presenza della mamma (che purtroppo... Leggi di più deve obbligatoriamente lavorare); molto spesso si fa i bisogni addosso per poi andare a nascondersi piangendo; di notte soffre di incubi (anche prima parlava nel sonno ma dai discorsi si capiva chiaramente che stava giocando con i suoi amichetti o con lo zio dispettoso, ora parla del papà); è tornato a voler fare colazione con il biberon e sostiene di essere tanto stanco ogni mattina. Guardarlo e lasciarlo giocare risulta essere un bambino estremamente attivo. Il pediatra dalla visita sostiene che fisicamente, clinicamente il bambino non presenta alcuna patologia ma che con tutta probabilità cominciano a presentarsi i problemi relativi alla consapevolezza che veramente il suo papà non otrmerà più. Cosa posso fare per aiutare sia lui che mia sorella che (anche se vuole fare la "dura" per i figli") ha bisogni di aiuto?