12-06-2006

Il 16.07.1994 ho avuto un episodio di fibrillo

Il 16.07.1994 ho avuto un episodio di fibrillo flutter parossistico alterno a tachicardia sinusale, risoltosi nel giro di un'ora dopo somministrazione in endovena, al pronto soccorso, di Valium e Ritmonorm. Ho effettuato tutte le analisi del caso (ormoni tiroidei, ecocolorcardiogramma con doppler, 2 ecg Holter) dai quali non è risultato nulla. Da allora, dopo pranzo, ogni mese ho forti tachicardie, seguite da eruttazione e senso di pienezza allo stomaco, che si risolvono spontaneamente. Il cardiologo mi ha prescritto Tenormin compresse da prendere un quanrto ogni mattina. Devo preoccuparmi? Ciò può compromettere un'eventuale gravidanza? E' opportuna un'ablazione?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Un unico episodio aritmico occorso oltre 10 anni orsono e non più recidivato non costituisce indicazione all’ablazione. In caso Lei cercasse una gravidanza, che non appare controindicata, dovrà in ogni caso avvisare il suo cardiologo che programmerà, se possibile, la sospensione del Tenormin e gli eventuali controlli che ritenesse necessari.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!