24-05-2004

Gastrectomia sub totale con gastrodigiunostomia

Il 21/02/04 sono stata sottoposta ad intervento di gastrectomia sub totale (residua 1/3 del fondo) con gastrodigiunostomia TL e Linfoadenectomia del tripode celiaco e del legamento epatoduodenale per neoplasia prepilorica parzialmente stenosante. L'esame istologico depone per adenocarcinoma gastrico, G2 e 3, T3, N0 (26), margini di resezione negativi. Esami di stadiazione per metastasi negativi. Marcatori oncologici pre e post intervento nella norma. Si programma FUFA Machover in adiuvante x 6. Dal 5/4 al 9/4 effettuo primo ciclo di Chemioterapia con dosaggio standard di fluorofolato. Dopo circa dieci giorni dal termine della CT comparsa di tossicità gastroenterica grado IV (prevalente diarrea) e neutropenia febbrile grado III, che hanno reso necessario ricovero ospedaliero e trattamento subintensivo medico. Tenuto conto della finalità precauzionale del trattamento citostatico e della reazione idiosincrasica, al 5 fluorouracile, l'oncologo propone allo stato unicamente stretto follow up CLINICO strumentale. Vorrei sapere se devo consultare un altro oncologo oppure chiedere al mio medico di effettuare un altro tipo di CT. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Il trattamento adiuvante (precauzionale) nel carcinoma gastrico non è codificato; significa, cioè, che non vi è allo stato una indicazione certa a tale trattamento, anche se alcune evidenze sembrerebbero propendere per una sua utilità. In considerazione della tossicità lamentata ad un trattamento solitamente gravato da scarsi effetti collaterali, è opportuno interrompere lo stesso, anche in considerazione del fatto che il fluorouracile rappresenta il farmaco comune anche ad altri schemi utilizzati a tale scopo. E’ indicato un follow-up stretto che può praticare presso il centro che La segue.
TAG: Tumori | Oncologia