Il mio compagno di 61 anni di età maschio, altezza 1,78 cm. per un peso di circa 66/68 kg. non iperteso, non sovrappeso, con il colesterolo "cattivo" intorno ad un valore di circa 250, Ora con le statine intorno ai 150, ex fumatore, ha smesso circa 30 anni fa e fumava circa un pacchetto e mezzo di sigarette al giorno. senza familiarità di malattie... Leggi di più cardiovascolari, moderatamente sportivo, soprattutto amante della montagna e assiduo frequentatore delle stesse con lunghe passaggiate anche oltre i 2.500 mt. negli ultimi 15 mesi è stato colpito da 4 ischemie cardiache.La prima nel Luglio 2007 risolta dai medici con l'introduzione di uno "stent" non medicato, richiusosi dopo 3 mesi esatti e "riaperto con un altro intervento di angioplastica, la coronaria interessata si è nuovamente ostruita, qusta volta all'80% dopo 3 mesi dal II^ intervento in quest'occasione i medici lo hanno operato predisponendo un By-pass (utilizzando un parte di vena mammaria) dopo 8 mesi esatti dall'operazione nuovamente ricoverato per problemi cardiaci, ed è tutt'ora ricoverato per accertamenti.E' mai possibile mi chiedo che nessuno riesca a chiarirci per quali cause si ripetano così frequentemente queste ischemie, nonostante l'esatta osservazione dell'assunzione dei farmaci prescritti e di una moderata attività fisica effettuata sotto stretto controllo?, specifico altresì che nello stesso periodo gli è stato diagnosticato un cancro maligno, per fortuna o per sfiga in fase iniziale, alla prostata curato con la radioterapia, in quanto l'urologo non si è sentito di intervenire chirurgicamente dopo i problemi cardiaci.Il cardiochirurgo subito dopo l'intervento, di by-pass, ci disse che forse la causa di queste "ostruzioni/occlusioni" coronariche così frequenti erano i farmaci che nel suo caso procuravano evidentemente una proliferazione dei tessuti e questi crescendo abnormemente ostruivano i "passaggi" i farmaci sono però rimasti gli stessi e comunque era solo una ipotesi non si sono certo preoccupati nonostante fosse il 3^ episodio di indagare sul perchè, risolto il problema con le angioplastiche od appunto con l'intervento lo dimettevano e basta.Scusate per la lungaggine di quanto sopradescritto, e soprattutto per le inevitabili imprecisioni ma non sono un medico e non mi do pace per quanto successo e per quanto ancora può succedere Vi ringrazio di CUORE ed a presto.