30-03-2008

In giovane eta' ho avuto endocardite reumatica .ho

in giovane eta' ho avuto endocardite reumatica .Ho 66 a. Gia'a 25 -30 a.mi venne diagnosticata una lieve insufficienza mitralica e aortica con soffio distolico.Da circa 8 anni,in seguito a una crisi ipertensiva assumo betabloccanti e ipotensivi .Nel 1987 il diam.dell'aorta ascendente era 3,3 cm . ora è 4,3.L'aorta addominale sottorenale nel 2002 era 2,2 cm ora è3,2 Attualmente pressione 125/60 ,DOMANDA: c'è una cura medica per arrestare gli aneurismi? Devo prepararmi all'eventualita' di un interv.chirurgico? In caso di inervento ,quali rischi ci sono? In attesa di una risposta ,ringrazio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Caro Lettore, un lieve aumento delle dimensioni dell’aorta nel tempo può anche avere un significato di normalità. Tuttavia i valori descritti sembrano patologici. E’ assai difficile prevedere l’evoluzione nel tempo degli aneurismi. Nel suo caso l’evoluzione osservata ha richiesto davvero molti anni. Non si può escludere quindi che nel suo futuro non vi siano interventi chirurgici semplicemente perché la progressione della malattia sembra molto lenta. Nell’eventualità (ora non certa) di un intervento i rischi sono molto bassi e comunque devono essere minori di quelli della malattia che ha richiesto la correzione. Molto dipende dalla presenza di malattie associate (diabete, broncopneumopatia, insufficienza renale, etc..). Se queste non sono presenti l’intervento/i non comportano rischi significativi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare