Egregio dottore , desidero un suo parere sull'evolversi di un tumore su una persona di 90 anni operata nel 2012 con laringectomia totale e di nuovo intervento nello stesso anno per recidiva con asportazione anche di tiroide e ricostruzione della faringe con lembo . La conferma di recidiva si è avuta con la tac effettuata il 2 novembre scorso con esiti come di seguito specificato:a livello della base del collo a destra,con inizio in un piano di scansione passante per c6 ed estensione longitudinale attraversol'inlet otracico, si reperta la presenza di massa del diametro trasverso di 5x5 cm ed estensione longitudinale di circa 4,5 cm.Tale lesione, di significato discariocinetico, risulta dalla confluenza di piu' noduli, presenta disomogeneo enhancement dopo mdc in relazione ad aree di necrosi; raggiunge la superfice cutanea lateralmente e medialmente in sede immediatamente sopra il giugulo; medialmente circonda ampiamente infiltrandola la vena giugulare e circonda per piu' del 50% la carotide comune destra;posteriormente lambisce la arteria vertebrale destra e raggiunge la testa della prima costa,inferiormente raggiunge prendendo ampio contatto con essa la parete della arteria e della vena succlavia destra.non piu' suscettibile di alcun intervento quanto dovra' ancora soffrire questa persona?grazie in attesa di un vostro parere distinti salutiAlessandro