Apri la bocca e apri gli occhi

sul carcinoma orale. Con questo slogan si celebra domani, sabato 11 maggio, l’Oral Cancer Day 2019: i dentisti della Fondazione Andi si uniscono contro il tumore del cavo orale per fare capire, con una campagna di sensibilizzazione e con delle visite gratuite, quanto è importante la bocca per la nostra salute. I dentisti saranno presenti in 60 piazze d’Italia, e in quasi 4mila studi odontoiatrici che dal 13 maggio al 14 giugno effettueranno check up gratuiti ai pazienti che ne faranno richiesta: per prenotarsi, bisogna chiamare il numero verde 800 058 444.

Oral Cancer Day, stop al tumore con la giusta prevenzione e la diagnosi precoce

Il tumore del cavo orale, spiega l’Associazione dei dentisti italiani, è tra le forme tumorali più diffuse al mondo ed ogni anno si registrano circa 9.000 nuovi casi. La sua incidenza complessiva è in aumento ma un’adeguata prevenzione e sopratutto una diagnosi precoce, sono l’unico strumento di cura, capaci di garantire uno standard di sopravvivenza dell’80%.

Sul sito dedicato proprio all’Oral Cancer Day, c’è una sezione dedicata alla scoperta dei fattori di rischio e a come prevenirli. Si legge, per esempio, che nella sua fase iniziale, il tumore del cavo orale si presenta frequentemente attraverso lesioni pre-cancerose come macchie o placche bianche o rosse, piccole erosioni o ulcere all’interno della bocca: condizioni patologiche spesso pericolosamente sottovalutate o erroneamente etichettate dai pazienti come “infiammazioni”. Uno screening puntuale e periodico, eseguito da uno specialista, è fondamentale e, se le lesioni sospette persistono oltre i 10-15 giorni, è necessario ricorrere ad approfondimenti diagnostici.

Oral Cancer Day, fumo e alcol killer per la salute della bocca

Fumo e alcol sono tra i primi fattori di rischio del tumore del cavo orale: nel 75% dei casi, infatti, questa forma di carcinoma è legato all’abuso di queste sostanze. La loro combinazione, in particolare, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia di ben 15 volte. Il 90% dei soggetti affetti da carcinoma orale è costituito da fumatori abituali. Altri fattori di rischio da non sottovalutare riguardano la presenza di alcune infezioni – specie quelle causate dal Papilloma Virus (HPV 16), che attacca soprattutto l’orofaringe, le tonsille e la base della lingua e la cui causa principale è rappresentata dal sesso orale non protetto.

Oral Cancer Day, dentisti in piazza, visite gratuite fino a giugno e un’app dedicata

Sul sito web creato da Andi c’è tutto ma proprio tutto quello che c’è da sapere sul carcinoma della bocca, comprese le informazioni sul trattamento odontoiatrico e le risposte ai dubbi più frequenti. Da qui è possibile anche conoscere la piazza che nel proprio territorio aderisce all’iniziativa, sabato 11: gli esperti saranno a disposizione per insegnare alcune semplici pratiche – come l’autoesame della bocca – e diffondere alcuni pratici consigli per adottare uno stile di vita corretto, che prevenga l’insorgenza del tumore del cavo orale.

Sul sito web è inoltre possibile conoscere lo studio dentistico più vicino dove poter effettuare una visita gratuita fino a metà giugno. SIPMO (Società Italiana di Patologia e Medicina Orale) e Fondazione Andi hanno lanciato anche una app che offre la possibilità di conoscere con un click i Centri di Sanità Pubblica e Convenzionata presso i quali eseguire una visita alle mucose del cavo orale. Si chiama ProntOral, è ideata dall’Università di Palermo, ed è scaricabile gratuitamente dalla piattaforma Apple e Google.