In riferimento alla domanda: Gentilissimi Esperti, la sostituzione di anticoaugulanti con calceparina per circa 15 gg, in malato già abbastanza fragile può provocarne il decesso? Grazie, Enzo. Codice domanda:GG/1C32547. R: Gli elementi forniti sono troppo pochi per poter esprimere un parere (non viene indicata la Patologia del paziente né la causa... Leggi di più del decesso).Purtroppo la storia è troppo lunga e non vorrei annoiare, comunque sto parlando di mio Padre che dopo aver superato una terribile crisi cardiaca con conseguente operazione alla valvola mitrale riuscita eccellentemente, è deceduto (non sono chiare le cause) in attesa di un intervento per "Stenosi sottoglottica post intubazione". La sua degenza, per 25 giorni circa, nell'ultima clinica ha suscitato molte perplessità visto il pessimo presidio, ma dal punto di vista cardiologico in totale autonomia veniva somministrata la Terapia farmacologica solo che al posto del'anticoaugulante gli veniva somministrata la calceparina. Mi scuso se ribadisco la domanda: Una lunga somministrazione di calceparina può provocare il decesso? Io in quei momenti ero lì e in 20 minuti circa lui ha avuto una violenta crisi respiratoria seguita da un "contorcersi, stirarsi" mi scuso se uso questi termini, ma credetemi non so come spiegarlo ma vi giuro quei momenti non riuscirò mai a più dimenticarli. Non è diventato viola. Vi chiedo ancora scusa e ringrazio chi mi vorrà dare un risposta a questo mio terribile dubbio. Cordiali Saluti, Enzo.