Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-10-2006

In riferimento alla domanda hh/2f52824, vorrei

In riferimento alla domanda HH/2F52824, vorrei sottoporle anche altri esami che ho fatto per cercare di tranquillizzarmi un po' (Le ricordo che ho perso mio fratello a soli 34 anni improvvisamente, molto probabilmente per una fibrillazione ventricolare visto che soffriva - aspetto emerso solo dall'autopsia - di cardiomegalia con un cuore di 450 g. e le miofribre frammentate e che può vedere nel dettaglio nella domanda precedente).
Ecco i miei esami:
- HOLTER (una SVEB, il resto tutto ok);
- ECO e ELETTROCARDIOGRAMMA (lieve rigurgito mitralico e soffio sistolico 1/6 per i quali il cardiologo mi ha detto di stare tranquillo);
- ECG SOTTO SFORZO (nessun problema emerso);
- RISONANZA MAGNETICA AL CERVELLO SENZA E CON LIQUIDO DI CONTRASTO (nessun problema emerso);
- ECOCOLORDOPPLER DEI RONCHI SOVRAORTICI (nessun problema emerso);
- MUTAZIONE GENETICA G20210A del fattore II (ASSENTE);
- OMOCISTEINA BASALE E DOPO CARICO (6,8 e 24,2 quindi ok - sono risultati, invece, valori alterati nell'esame del rischio trombofilico l'"ANTITROMBINA" a 140 - limiti 80-120, la "proteina S" a 179, limiti 60-140, gli "Anticorpi anti cardiolipina IgG" a 13, limiti 0-10 e gli "Anticorpi ani B2 glicoproteina 1 IgG a 12, limiti 0-7)) - per questo esame il responsabile medico mi ha rassicurato dicendomi che i valori importanti erano l'omocisteina e l'assenza della mutazione genetica... è corretto?;
- ESAMI DEL SANGUE: ho controllato il colesterolo con Armolipid portandolo a circa 175 e si sono abbassati anche il valore ALT e GAMMA GT del fegato (li ho sempre avuti alti, forse per consumo di alcol e vino, ma da quando mi sono messo a dieta ho tutti questi valori nei limiti).
- ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE (nessun problema emerso, avevo fatto quest'esame per escludere problemi al fegato, visto che ho sempre avuto valori oltre i limiti per ALT e GAMMA GT);
- PRESSIONE (quasi sempre 120-130 e 70-80).
Purtroppo soffro di ansia da quando mio fratello non c'è più (30 marzo di quest'anno) e ho sempre la sensazione che qualcosa di brutto possa accadere a me o alle persone che amo... il cuore ha una frequenza elevata (quasi sempre oltre 80) per cui il mio medico di famiglia mi ha consigliato mezza pastiglia di Anetelolo 50mg.
Sento ogni tanto delle extrasistole con sensazioni di tuffo al cuore che mi spaventano molto e mi fanno agitare molto, così come delle sensazioni di pressione alla testa, come se sentissi una pressa che la schiaccia o la sensazione che ci sia qualcosa che "si rompa" da un momento all'altro...
Mi scuso per la mail chilometrica, ma gradirei un commento sulla mia situazione... sto valutando anche un consulto con uno psicologo per guarire dall'ansia.
Grazie mille in anticipo! S. (31 anni).
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Mi sembra che i suoi esami vadano sostanzialmente bene. Omocisteina e rischio trombofilico, peraltro nel suo caso ai limiti della norma, non mi sembra che abbiano relazione con la malattia di suo fratello che mi sembra probabilmente una cardiomiopatia dilatativa idiopatica. Il betabloccante consigliato può essere razionale per toglierle la sensazione fastidiosa del cuore che batte. Un po’ di ansiolitici potrebbero essere utili. L’attività fisica aerobica regolare come camminare tutti i giorni mezz’ora almeno ed una dieta povera di grassi animali, riccadi frutta e verdura e con poco alcohol fanno parte di una buona prevenzione primaria.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!