06-11-2012

indicazioni all'intevento

Buongiorno.Ho 43 anni e da ragazza i reni mi portano dei problemi; renella, calcoli, sabbiola. Da quasi 5 anni ripetutamente, 6-6 volte al anno facevo delle cistite, accompagnate da mal dei reni, in particolare rene dx. Indagando, da quasi 2 anni e stato scoperto, che soffro di ptosi del rene dx.Il medico mi aveva messa sulla lista dei interventi per metterlo a posto.Poi, mi ha successo un altra colica renale, visitandomi un altro medico, medico che mi ha tolto dalla lista dicendo che non ho bisogno di questo intervento e che l?intervento non risolvera il mio attuale problema e anche che il medico che mi aveva inserito non ha esperienza. Da allora, e passato piu di un anno e io mi trovo nelle stesse condizioni. Vorrei sapere cosa si potrebbe fare nel mio caso e se con quel tipo di intervento si puo risolvere tutto.grazie
Risposta

Gentile Signora,

la ptosi, ovvero l'abbassamento, del rene destro è abbastanza comune nelle donne, soprattutto longilinee. Di per sè, non è assolutamente detto che l'abbassamento debba portare dei sintomi o l'insorgenza di complicanze, come calcoli ed infezioni. L'intervento chirurgico di sospensione del rene, o nefropessi, non si esegue più da moltissimi anni (in 30 e più anni di carriera non ne ho mai eseguite, ne viste eseguire da altri Colleghi) poichè la sua invasisvità non è prorporzionale ai risultati che si pensa di ottenere. Più recentemente, si sente talora parlare di sospensioni renali eseguite in laparoscopia, ma non vi è certo ancora una esperienza stabilizzata disponibile. Ovviamente la sua situazione meriterebbe di essere valutata direttamente con tutta la documentazione disponibile. Eventualmete senta il parere di un urologo diverso da quello con cui ha avuto finora contatti.

Saluti

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia