16-07-2018

Influenza o altro?

Salve dottori,

sono preoccupato per la mia salute. L'altro ieri sera uscendo con la mia ragazza mi sentivo stanco, spossato e in palla, come se fossi tra le nuvole, e con un mal di testa assurdo, poi appena torno a casa da quella serata, quindi da ieri notte, ho la febbre che sale e scende (dai 36.7 al 39), che ha avuto esordio ieri notte con un forte mal di testa alle tempie (soprattutto la destra, che mi "pesa" già da un bel po e mi faceva sensazioni strane, in fronte e al centro della testa ma non ho mai dato peso, tosse grassa sporadica e respiro "otturato". Poi placatosi nel giorno dopo poi il pomeriggio febbre scesa più o meno e dolori sotto la pancia a sinistra, vado in bagno dove faccio diarrea (della quale soffrivo già da giorni, in seguito a una cura col gaviscon per il reflusso, non so se è dovuto da quello o meno perchè non l'avevo mai assunto prima), tutto questo condito da dolori fisici, soprattutto al collo, agli arti e alla schiena, ieri sera poi si è un po' placato il tutto e avevo solo il fastidio al fianco sinistro che andava e veniva e dolore alla schiena.

Stamattina mi sveglio con la temperatura a 36.7 e il solito fastidio/dolore al fianco sinistro ad intermittenza. Sembrava tutto ok fin quando a mezzogiorno mentre sto a letto, mi vengono i brividi, inizio a risentire pensatezza alla testa e alle tempie, tosse sporadico di nuovo grassa e non secca e di nuovo respiro otturato e al'improvviso mi sento così talmente caldo che misurando la febbre ce l'ho a 39. A quel punto sto male ma fisicamente mi sento solo distrutto e solo debolezza, non mi fa male qualcosa nello specifico, solo un poco la testa stesse zone. Ogni tanto in questi due giorni sono capitati piccoli episodi di nausea ma la maggior parte delle volte anzi, avevo fame, tranne ora che praticamente ho mangiato pochissimo che non ce la facevo, provo tipo "disprezzo" e ora mi sento disgustato. C'è anche da dire che ogni tanto mi fa male il petto a sinistra (zona cuore) di cui soffro da tempo e che hanno attribuito al reflusso. Da quella notte assumo tachipirina ogni 6 ore e cerco di bere quanto più possibile su (2 litri) consiglio del dottore di base, che mia mamma ha chiamato e che per telefono, senza visitarmi ha affermato che si tratta di influenza, cosa di cui sono pienamente convinti anche i miei genitori. Inoltre il dottore ha detto che in 3 giorni dovrebbe passarmi, se no, lunedì prima dello studio viene a visitarmi a casa. Io però non ho voglia di aspettare così tanto tempo e insistere con i miei genitori è inutile visto che banalizzano la cosa.

Ho paura che si possa trattare di qualche cosa più grave..leggendo su internet ho trovato cose tipo meningite, tumori, o a limite infezioni e cose del genere (cose che di certo non passano con la tachipirina e l'acqua). Questa preoccupazione è data dai sintomi che sembrano diversi tra di loro ma in un certo senso collegati. Non ho mai avuto così paura e c'è anche da dire che io la febbre da adolescente in poi l'ho avuta pochissime volte in vita mia, è raro che mi sale che se ho qualcosa. Scusate il mio lungo discorso dettagliato ma ho cercato di descrivere meglio possibile la situazione. Ora so che non potete visitarmi online ma più o meno leggendo tutto questo cosa pensate che potrebbe trattarsi? E come consigliate di muovermi? Grazie infinite anticipatamente..cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Cesare Marzioni
Specialista in Malattie del fegato e del ricambio e Medicina interna
Risposta

Non è possibile fornire diagnosi anche in viai potetica. Però le consiglio di rocoverarsi per eseguire accertamenti spe ifici in relazioneai sintomi riferiti....

TAG: Adulti | Disturbi gastrointestinali | Esami | Farmacologia | Giovani | Medicina generale | Medicina interna | Polmoni e bronchi | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!