Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

22-05-2006

Innanzitutto la saluto cordialmente ed ora le

Innanzitutto la saluto cordialmente ed ora le pongo il mio quesito. Circa 10 anni fa ho subito un'ablazione per una sindrome di wolff parkinson White, tutto è andato bene e ho ripreso a fare una vita normale convivendo con dei periodi di extrasistolia il più delle volte capitavano a cambio di stagione. Ultimamente e le parlo dell'ultimo mese mi sono accorto di non sentirmi bene, mi sono fatto un holter e mi sono ritrovato che avevo 329 battiti sopravventricolari e 13 ventricolari. Ha di stanza di un mese dall'holter mi sto accorgendo causa la forte sintomatologia che sono notevolmente aumentate, sono costanti nell'arco delle 24 ore e le avverto nell'ordine approssimativo di un battito irregolare ogni 10 massimo 15 pulsazioni. Non le nascondo il notevole fastidio che mi danno visto che le avverto, il cardiologo mi ha dato il rytmonorm ma non ha sortito alcun effetto e mia moglie avendo constatato di persona la situazione del mio ritmo mi chiede più di una volta di andare in pronto soccorso e , io invece sono propenso a rifare l'holter anche se più passa il tempo e più I disagi aumentano. Dovrei avere ragione di avere paura che possa accadere qualcosa ? Vorrei capire se le extrasistole possono creare una situazione di pericolo e cosa mi consiglia di fare visto che con il passare del tempo la situazione non migliora. Mi scuso se la importuno ma ho bisogno di un consiglio di un esperto, Vivo in un altra città e ha volte davvero non so come muovermi, le chiedo cosa devo fare secondo lei e se devo avere ragione di avere paura visto che ne sento davvero tantissime, a volte non riesco a dormire. Le sarei grato per una risposta. Cordiali saluti. Paolo - Firenze.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Mi sembra che il problema delle extrasistoli sia diventato per lei molto importante. Intanto non ha niente a che vedere con il precedente intervento di ablazione per WPW. Inoltre tali aritmie , che sembrano prevalentemente sopraventricolari, non sono un problema, specie in assenza di cardiopatia. Deve imparare a conviverci, senza il farmaco, che non è indicato in questa situazione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!