Ho 18 anni e nell'eseguire un ECG mi è stata riscontrata una minima sindrome da preeccitazione ventricolare di tipo WPW intermittente e, finora, del tutto asintomatica.Ho eseguito un ecocardiogramma, un holter e una prova da sforzo.Nell'holter è stata riscontrata la presenza di fasi del ritmo coronarico notturno e nella prova da sforzo la... Leggi di più preeccitazione permane per tutta la durata dello sforzo, scompare nei primi 3 minuti di recupero per poi ricomparire. Ho consultato tre specialisti elettrofisiologi dai quali ho avuto tre consigli diversi:uno mi ha detto di non fare altre indagini considerata l'entità minima della cosa e la sua asintomaticità, un altro mi ha consigliato di eseguire una studio elettrofisiologico transesofageo, l'ultimo mi ha consigliato uno studio elettrofisiologico transcateterale per procedere poi all'ablazione. Sono molto confuso e preoccupato e mi chiedo se a fronte di una patologia che sembra minima e soprattutto senza sintomi, sia conveniente sottoporsi ad esami invasivi e comunque non privi di rischi. Grazie