Salve, ho 43 anni e presento questi sintomi: fascia toracica sotto il seno insensibile.- dolore alla pianta del piede a riposo. E la notte. se cammino quasi non lo sento nel momento in cui mi fermo provo dolore .Sensazione di spilli. Non è coinvolta sempre tutta la pianta.ipersensibilità alle temperature, basta un po' di brezza che i piedi mi fanno male, in particolare la pianta. Oggi ho fatto la ceretta e anche questa volta il calore della cera era insopportabile, la temperatura non era alta. Gambe pesanti ed intorpidite, una di più, fastidio quando sono a riposo ma non sempre.Il problema ai piedi diminuisce molto quando sono in acqua.Ho fatto risonanza alla testa ma non ci sono cambiamenti rispetto alla Risonanza fatta nel 2016. Invariato il numero dimensione caratteristica di segnale e focolai di alterato segnale precedentemente segnalate in corrispondenza della sostanza bianca sopratentoriale biemisferica. Non si riconoscono lesioni focali intraparenchimali di nuova insorgenza a carico del parenchima cerebrale sia in sede sotto che SovraventoRiale.Ho fatto una risonanza magnetica al rachide cervicale dorsale e lombosacrale con e senza mezzo di contrasto due punti angioma somatico di 1 cm spondilouncoartrosi cervicale C5 C7 a C6 C7 ipertrofia Osteo legamentosa responsabile di impronta a livello dello spazio perimidollare posteriore, ernia discale C5 C6 paramediana bilaterale. A sinistra oblitera lo spazio perimidollare anteriore ed assume rapporti di contiguità con la parete Antero laterale sinistra del midollo privo di alterazioni di segnale. Protrusione discale C6 C7 lateralizzata sinistra peraltro con spazio per i di perimidollare liquorale conservato protrusione discale dorsale multipli di 3 di 4 di 4 di 5 di 5 di 6 di 6 di 7 di 8, mediane, a livello dello spazio perimidollare anteriore che appare conservato. Piccola ernia discale d9 d10 mediana punto ernia discale mediana-paramediana destra d11 d12 riduce l'ampiezza dello spazio perimidollare Antero laterale destro focale protrusione discale paramediana sinistra d12 L1 non aree di impregnazione mielo radicolare dopo il mezzo di contrasto.Ho effettuato i potenziali evocati motori e sensoriali e l'esame andava bene.Ad agosto farò elettromiografia perché il neurologo sospetta una neuropatia. Però la reazione della mia pelle di oggi al calore assolutamente non forte della ceretta mi ha veramente spaventata . Mi stavo abituando al dolore ai piedi però ora ho cominciato pensare di avere qualcosa di molto grave. Dai conoscenti mi hanno detto che potrebbe essere anche la tiroide. È vero? Potrebbe dare questi sintomi? Le neuropatie sono degenerative? dimenticavo hanno esaminato anche il liquido cerebrospinale e andava. Sono molto spaventata perché non trovo nessuno con i miei sintomi Il mio medico non si sbilancia. Cercando di essere positiva Ho provato a pensare ad una questione di circolazione ma non ho i piedi gonfi non ho varici e non sono in sovrappeso. A Che esperto potrei rivolgermi per avere un aiuto? Sto pensando che forse non hanno visto un tumore in testa perché mi sembra che sintomi siano peggiorati. Devo dire però che qualche anno fa ho fatto un inverno molto pesante con il dolore ai piedi di notte e non mi lasciava dormire, ora non riesco a ricordare se fosse lo stessoChe esami potrei fare? Sono arrivata anche al punto di cercare di convincermi che è tutto nella mia testa però dopo la ceretta Mi sono resa conto che non è possibile ed anche il mio medico esclude che sia ansia. Soffro di emicrania e da anni sono in terapia con la tossina botulinica ma non credo possa c'entrare. Gli ultimi esami del sangue fatti qualche mese fa andavano bene.Mi scusi per il post lungo e per gli errori. Buon lavoro