22-11-2016

L'ansia e lo stress non provocano ipertensione?

Buongiorno, sono un uomo di 45 anni alto 1,73 peso 70kg. Durante una normale visita medica (presso struttura di cure termali) il dottore mi ha riscontrato una pressione arteriosa 85/145. Su consiglio del mio medico curante, ho effettuato una settimana di automisurazioni (3 alle 7.30, 3 alle 12.00 e 3 alle 19.00) e la media è stata di circa 80/130. Il medico curante mi ha assicurato di essere normoteso e di controllare la pressione a distanza di un anno.

Tuttavia, un giorno che mi sentivo molto agitato, ho misurato la pressione ed ho riscontrato 82/150. Dopo qualche minuto, con calma, ho riscontrato 79/127. Il medico curante mi ha confermato di essere normoteso, mi ha detto di essere un tipo ansioso e stressato ma, secondo lui, l'ansia e lo stress non provocano ipertensione, al massimo un picco pressorio. Secondo lui l'ipertensione ha origini fisiche e biologiche. Posso considerarmi normoteso? Cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Antonio Cutuli
Specialista in Medicina generale e Odontostomatologia
Risposta

Alla sua età, ma soprattutto in normopeso, pur essendo stata una valutazione pressoria del tutto occasionale, si può considerare tranquillamente un valore limite "border line". Il monitoraggio, giusto indirizzo del Suo Medico, lo conferma. Previa assenza di altri fattori di rischio e corretto regime alimentare, suggerisco di rimuovere dalla sua mente eccessive preoccupazioni ed affidarsi al Suo Medico "di Fiducia".

TAG: Cuore | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare