15-04-2008

La mia non è una domanda, ma un suggerimento: sin

La mia non è una domanda, ma un suggerimento: sin da adolescente ho sofferto di tachicardia accompagnata da crisi di panico, sudorazioni, spossatezza, asma, senso di soffocamento, occhi secchi ed ultimamente anche di ipertensione, bruciori ai polmoni, piaghe sul viso e sulle mani. Ora a 56 anni,il mio ultimo medico mi ha suggerito il cytotoxic test e sono risultata intollerante verso diversi alimenti che io assumevo spesso. Dopo pochi giorni di dieta mi sono sentita rinascere: spariti tutti i disturbi e le crisi di panico sono ormai solo un brutto ricordo. Gli occhi hanno ripreso ad inumidirsi, la pelle è normale, respiro bene, non sono più stanca e mi chiedo perché mai mi davano della malata immaginaria, allorché non lo ero affatto. Da sola mi ero fatta una sorta di diagnosi: mi dicevo, "ho il veleno nel sangue" ed era vero: ero intossicata. Consiglio a tutti questo importante test. Cordialmente.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il cytotoxic test è sicuramente un valido esame per scoprire intolleranze alimentari e stabilire una dieta idonea al paziente intollerante. Ritengo che debba essere il medico curante a consigliare il test ove lo giudichi necessario.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!