05-11-2002

Lavanda vaginale

Ho preso l'abitudine di utilizzare una lavanda interna alla fine della mestruazione, perchè trovo beneficio a livello di igiene, prevenendo anche eventuali successive perdite ematiche, che altrimenti si verificherebbero anche dopo alcuni giorni dalla fine della mestruazione stessa. Tale abitudine può essere in qualche modo dannosa per la flora batterica?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, è importante avere una particolare attenzione all’igiene intima durante il flusso mestruale perché i residui mestruali rappresentano un terreno fertile per la proliferazione dei germi patogeni. Non si consiglia di routine a tutte le donne una lavanda vaginale a fine ciclo, ma se ne trae giovamento la faccia tranquillamente. Non ecceda però, per non deprimere l'acidità fisiologica della vagina, primo fattore di protezione contro la proliferazione batterica.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!