Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-05-2018

Mal di stomaco dopo assunzione di antidepressivi

Salve a tutti.

Scrivo per conto di mia madre, donna di 50 anni che soffre da sempre, purtroppo, di depressione. Le fu, in aggiunta, diagnosticata una leggere fobia sociale. La sua cura farmacologica è stata, per tanti anni, una compromessa di 50 mg di Zoloft al giorno, e non ha avuto mai nessun tipo di problema con questa cura. Purtroppo da 5-6 anni le cose sono cambiate: non può assumere più antidepressivi di nessun tipo, perché le provocano forte mal di stomaco, bruciore e nausea. Avendo smesso la cura, purtroppo la sua depressione e fobia sociale sono peggiorate, arrivando ad un punto in cui è davvero disperata. Abbiamo ovviamente consultato tanti medici, sia psichiatri che gastroenterologi, ma se ne sono tutti lavati le mani, dicendo che se non può assumere antidepressivi perché le fanno male, loro non ci possono fare nulla. Non ci hanno degnato di altra risposta. E' possibile che non esista un'altra alternativa? Che mia madre deve stare male e soffrire e non possa curarsi? Quale potrebbe essere la causa di questo mal di stomaco, che è insorto così d'improvviso da un momento all'altro? (Ribadisco che mia madre prende antidepressivi da tanti anni e non è mai successo nulla, è sempre stata bene). In attesa di una vostra risposta, vi ringrazio anticipatamente, sperando di ricevere almeno qui una risposta.

Risposta di:
Dr. Guido Gori
Specialista in Geriatria e Psichiatria
Risposta

In riferimento al problema gastrico di sua madre a cui lei accenna, penso che sarebbe meglio in primo luogo considerare il bruciore e la nausea come problemi indipendenti dall'uso di antidepressivi. Magari sua madre sta sviluppando una gastrite, ha un ernia iatale che determina un bruciore da reflusso; quindi la priorità sarebbe quella di contattare un gastroenterologo, e comunque sotto controllo del suo medico iniziare una terapia con gastroprotettori. Qualora si fosse sviluppata una avversione verso la molecola che lei ha citato, ma avrei qualche dubbio, le ricordo comunque che di farmaci antidepressivi ce ne sono tanti in commercio e che molti di questi sono in vendita in gocce, modalità che consente la personalizzazione della dose, una maggiore biodisponibilità e minori effetti collaterali. Cordialmente

TAG: Anziani | Apparato Digerente | Disturbi dell'umore | Disturbi gastrointestinali | Effetti Collaterali | Esami | Farmacologia | Gastroenterologia | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!