03-07-2012

Malattia tubercolare

a mia nonna, di 94anni, in seguito a crisi respiratoria e successive rx polmoni,è stato riscontrato del liquido nei polmoni.è stata ricoverata x eseguire l'ago aspirato, che ha prelevato ca. 700 ml di liquido nel quale risultano risultano esserci alcune cellule tumorali. la rx rileva una vasta macchia bianca che confermerebbe il tumore. ora siamo in attesa dell'esame istologico, che da una prima analisi, sembra che ci sia un risveglio di una tubercolosi che dormiva da tempi passati.ciò a detta del medico di base che si è confrontato con i medici dell'ospedale che hanno tenuto in cura mia nonna. non è stato ancora confermata quest'ultima ipotesi di tubercolosi, ma, se fosse vero, ci sarebbe rischio di infezione o contagio per chi le sta vicino? sono preoccupata xchè ho due bambini piccoli. vi sarei molto grata se mi rispondeste con una certa velocità! grazie
Risposta di:
Prof. Giuseppe De Simone
Specialista in Malattie dell'apparato respiratorio
Risposta

In presenza di dati clinici e laboratoristici di  malattia tubercolare in un soggetto che convive con altre persone è indicato sottoporre tutti a controlli clinici.

TAG: Malattie dell'apparato respiratorio | Polmoni e bronchi