05-11-2012

meglio una visita dermatologica

premesso che sino a vent'anni non ho mai avuto problemi alla cute. Quando andavo all'università, per lo stress ho cominciato a toccarmi in continuazione la testa, da quel momento sono comparse delle bollicine che rompendosi davano luogo alla fuoriuscita di un'acquetta, poi le crosticine, la forfora e il prurito. Ora di anni ne ho trentacinque, la situazione sembrava migliorata da qualche anno anche grazie all'utilizzo di shampoo delicati e all'eliminazione del balsamo che, ad ogni utilizzo peggiorava la situazione. Qualche mese fa mio figlio mi ha attaccato la pediculosi ho fatto uno shampoo Mom, dopo cinque giorni ne ho fatto un altro perchè ispezionandomi con il pettine diagnostico ho trovato un'altra bestiaccia viva, dopo una settimana il prurito continuava così ho pensato bene di farmi una tinta con ammoniaca: risultato, mi è venuta una marea di forfora e dei bubboncini che ogni tanto si rompono. il prurito è continuato per circa un mese, accompagnato da formicolii, attualmente si è attenuato ma non è scomparso del tutto e permane anche la forfora anche se in misura leggermente minore.( Ho provato lo shampoo restivoil). non penso di avere ancora la pediculosi perchè mi ha controllata anche la mia dottoressa(in modo sommario dietro le orecchie) e ha detto che secondo lei non c'è nulla, lei che ne dice? ha qualche prodotto da consigliarmi per il mio problema?grazie in anticipo
Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova Dottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Sicuramente c'è una dermatite seborroica (la forfora) poi i prodotti usati per i pidocchi sono irritanti. Come ben sa in questo contesto non possiamo consigliare prodotti senza visitare il paziente. Le consiglio una visita dermatologica, tutt'al più nell'attesa tagli i capelli molto corti.

Cordiali saluti
 

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle