17-08-2017

Melanoma livello di clark 3

Buongiorno ho da poco tolto un neo e la diagnosi è questa: melanoma diffusione superficiale in fase di crescita verticale a cellule fusate modernamente pigmentato, livello di Clark 3 spessore 0,75 mm mitosi una ulcerazione assente regressione presente infiltrato linfocitico intratumorale assente infiltrato linfocitico peritumorale presente invasione linfovascolare assente margini di resezione chirurgica indenni da neoplasia distanza dal margine più vicino mm 5 stadiazione pt1a.

Ora dovrò fare intervento al linfonodo sentinella mi chiedevo se al mio stadio il linfonodo può comunque essere attaccato e se è sì se da questa diagnosi si possa capire se lo è stato. Ho paura di non veder crescere le mie bimbe grazie

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Cara signora, un melanoma con le caratteristiche del suo (inferiore al mm) non è senz'altro una condanna a morte. Lei non mi dice la zona interessata. Tenga conto che molte volte nei melanomi inferiori al mm la ricerca del linfonodo sentinella non si fa neanche. Anche perché questa ricerca ha senso soprattutto in territori circoscritti (per es. gli arti).
Comunque, una volta che avrà fatto la ricerca del linfonodo: se questo è negativo (e nel suo caso penso sia così) vuol dire che non c'è stato interessamento linfatico e questo è un bel passo avanti. Qualora invece ci fosse una positività si provvederà allo svuotamento della stazione linfonodale interessata.

Ovviamente d'ora innanzi ogni sei mesi dovrà sottoporsi a visita di controllo per le lesioni pigmentate, ma sia ottimista. Ormai le diagnosi di melanoma, soprattutto precoci come nel suo caso, sono all'ordine del giorno, e la prognosi quoad vitam è ottima. In bocca al lupo Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle | Tumori