Salve dottore, mio padre di 55 anni ha scoperto di avere un melanoma da neo sul dorso e così dopo la diagnosi ha proceduto all'operazione dell'asportazione. La diagnosi è la seguente: Materiale inviato: Cute dorso Biopsia escissionale (1) Macroscopia: Losanga cutanea di 3x1.4 centralmente sede di una lesione rilevata di cm 1.2 di diametro. Diagnosi: Melanoma con prevalente fase di crescita verticale, estesamente ulcerato, con minima quota giunzionale. Spessore della neoplasia compreso tra 2 e 4 mm (circa 2.9mm secondo Breslow, misurato dalla base dell'ulcerazione); Componente cellulare epiteliode, indice mitotico > 1 mitosi/mmq (hot spot fino a 4 mitosi / mmq); linfociti infiltranti il tumore non brisk; Sono presenti fenomeni regressivi. Lesione contenuta nei margini di escissione (distanza minima dai margini laterali pari a circa 2mm)Dottore la mia domanda è la seguente: a mio padre è stato diagnosticato lo stadio pT3b e dalle fonti che ho trovato dovrebbe corrispondere allo stadio II B, in cui non è ancora presente metastasi dei linfonodi e metastasi distali. Lei mi da conferma di queste fonti? O crede che dalla TAC si possa evincere altro? In seguito dovrà eseguire l'operazione per il linfonodo sentinella. La ringrazio cordialmente