06-03-2006

Mi chiamo alessandro, da fine ottobre 2005 ad una

Mi chiamo Alessandro, da fine ottobre 2005 ad una ragazza, a me molto cara, si è manifestata una Pericardite acuta, inizialmente curata con aspirina, ormai dopo circa 4 mesi, il problema non sembra risolto, quindi credo che si tratti di un caso di recidività. Sottoposta a regolari controlli ECG, i valori sembrano tornare nella norma, però ultimamente si è aggiunta una continua Tosse abbastanza secca con talvolta segnali di soffocamento. Quindi domando può esistere un collegamento fra una pericardite idiomatica e la presenza di tosse, anche in assenza di uno stato influenzale. in attesa di una vostra risposta, cordiali saluti e grazie per il servizio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Le pericarditi sono patologie cardiache generalmente benigne, ma l’apparente cronicizzazione dovrebbe spingere ad indagare le cause, cosa che i curanti staranno sicuramente facendo. A prescindere da uno stato influenzale, la tosse non produttiva è comune nelle pericarditi, mentre quella produttiva, con catarro, può fare pensare ad un interessamento del tessuto polmonare o dei bronchi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare