14-02-2006

Buongiorno dottore, mi chiamo alessandro ho fatto

Buongiorno Dottore, mi chiamo Alessandro ho fatto una visita cardiologica con ECG, faccio Attività fisica e la mia Dottoressa mi ha prescritto questo esame come un normalissimo controllo. Non ho mai riscontrato nessuna Patologia in questo specifico campo, mai avuto nessun disturbo! L'esito dell'esame risulta buono ma dettagliamente dice: "Soggetto di anni 23 celiaco pratica molto sport. Non ho mai avuto cardio-polmonari o extrasistoli. Reperti acustici cardio-polmonari di normalità PA 130/80 E.C.G: Ritmo: sinusale PR 0.10ms - Frequenza: 88/min. - AQRS 60° QT 0.0. ms Ritmo sinusale regolare. PQ corto. Tracciato nei limiti della normalità. Conclusioni: Data la presenza di PQ corto all'ECG si consiglia ECG dinamico sec. Holter e test da sforzo data l'intensa attività fisica." Ecco volevo sapere innanzitutto un Suo parere da medico in merito a questa situazione, inoltre che cos'è questo "PQ corto" ??volevo un pò di spiegazioni. Grazie per La Sua disponibilità. Attendo Vs. gradita risposta. Distinti Saluti, Alessandro.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Ogni onda elettrocardiografica è l’equivalente elettrico di una determinata fase dell’attività cardiaca. L’onda P corrisponde all’attività atriale, mentre la Q fa parte di quella ventricolare. Pertanto se l’intervallo tra le due onde è corto significa che lo stimolo elettrico viaggia più velocemente tra gli atri ed i ventricoli. Questo potrebbe essere conseguenza dell’esistenza di vie elettriche anomale, che potrebbero a loro volta essere causa di aritmie. Per questo motivo giustamente, praticando tra l’altro Lei attività sportiva, Le è stato richiesto un test da sforzo ed un ECG dinamico, che rileva tutte le aritmie delle 24 ore, per verificare se queste avvengano anche se Lei non se ne accorge. Sarebbe inoltre utile, sempre per via dell’attività sportiva, completare le indagini con un ecocardiogramma