31-10-2003

Mi chiamo barbara, e questa sera sono veramente

Mi chiamo BARBARA, e questa sera sono veramente disperata. Stanotte mi hanno detto che mia madre non è destinata a vivere a lungo. Nel 2001 è stata operata di neoplasia al seno (asportati 27 Linfonodi tutti maligni) ha effettuato delle chemioterapie fortissime (Adriamicina + TAXOLO) farmaci comunque cardio tossici. Allora le hanno salvato la vita ma ora.... E' stata ricoverata per versamento pleurico dovuto a scompenso cardiaco. Risultato: MIOCARDIPATIA DILATATIVA CON VENTRICOLO IPOCINETICO. Dati nuovi farmaci sembrava stesse bene ma stanotte ha avuto un'Edema polmonare acuto con aritmie pensavamo morisse. Oggi la TAC ha evidenziato una pleurite non si sa ancora se sia dovuta allo S.C. o sia venuta per i fatti suoi. Il dottore me l'ha dipinta molto grave questa malattia, mi ha detto che è progressiva e non si può fermare, solo tenere sotto controllo, ma che questi fenomeni di versamenti di liquidi se saranno così frequenti la uccideranno alla svelta. Il suo valore (non so come si chiama, è al 60% nelle persone normali) per lei è al 25%. Potrebbe salvarla solo un trapianto ma vista la sua età ed il pregresso tumore non verrà neanche messa in lista d'attesa. Si chiama MARIA TERESA, ha solo 64 anni ha una nipotina di 18 mesi che si potrebbe godere ed una figlia che si farebbe tagliare un braccio per lei.... Ma che sembra stavolta non possa fare più niente per aiutarla. VOLEVO SAPERE SE E' PROPRIO COSI' VERO.... La ringrazio anticipatamente se vorrà prestare attenzione al mio disperato caso vorrei anche sapere se possibile fare una visita con qualcuno per sottoporre meglio il caso. Distinti saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Molto probabilmente il valore a cui si riferisce è la frazione d’eiezione del ventricolo sinistro. Nel caso di sua madre bisogna tenere conto anche della malattia concomitante, ma un cuore con una frazione d’eiezione del 25% se ben trattato in un centro Specialistico per lo Scompenso Cardiaco può durare anche molto a lungo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!