L’ESPERTO RISPONDE

Mio marito a 52 anni ha subito un trapianto di

mio marito a 52 anni ha subito un trapianto di fegato per cirrosi da epatite c con nodulo da epatcarcinoma . a distanza di 6 mesi le condizioni generali sono molto buone resta ora da iniziare la terapia interferonica e ribavirina in quanto le transaminasi dopo tre mesi dal trapianto hanno cominciato ad alterarsi sempre in seguito all'epatite c . è possibile che con ferro e transferiina nella norma la ferritina inizi ad alterarsi nonostante il nuovo organo?

Risposta del medico
Dr. Fegato.com
Dr. Fegato.com
E’ possibile che vi sia un aumento della ferritinemia quale espressione di marcatore di infiammazione nell’ambito della epatite da HCV (reinfezione del fegato trapiantato).
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Medicina interna e Epatologia
Siracusa (SR)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Piano di Sorrento (NA)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Palermo (PA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Cagliari (CA)
Specialista in Epatologia e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Milano (MI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
Prov. di Bologna
Specialista in Medicina interna e Pediatria
Prov. di Roma