12-06-2006

Mio padre e' affetto da cardiopatia dilatativa nel

Mio padre e' affetto da cardiopatia dilatativa nel giro di 6 mesi la sua situazione si è molto aggravata le funzioni del cuore si sono ridotte al 25% ci siamo rivolti fino ad oggi solo all'ospedale Monaldi di Napoli ed i medici sono ancora in consulto poichè non ritengono semplice un trapianto dato che a causa dei medicinali il fegato ed i reni sono stati intaccati, (leggera disfunsione renale ed ingrossamento del fegato) ultimamente anche le gambe si sono gonfiate e con l'aiuto di diuretici (Lasix) dicono che la situazione dovrebbe migliorare.... Cmq abbiamo deciso di ascoltare più pareri e di trovare una solzione alternativa al trapianto a prescindere dal fatto che possa essere fattibile, vorrei quindi chiedere se potreste indicarci un centro o dei centri specializzati per questo tipo di patologie. ringrazio anticipatamente.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non è politica del sito fornire indirizzi precisi ma il centro che avete citato ci sembra tra i migliori. Purtroppo lo scompenso cardiaco è una patologia grave quanto un tumore e le remore dei colleghi sul trapianto, data anche l’età, sono condivisibili. Un buon trattamento farmacologico può contribuire a ridurre la sintomatologia migliorando la qualità di vita. Deve chiedere ai cardiologi curanti l’eventuale possibilità di uno stimolatore bicamerale, su cui non ci si può in atto esprimere con i dati a disposizione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!