nel 2011 in agosto ho avuto una varicoflebite vgs nella gamba dx curata con clexane, flebinec.Dopo circa un mese il controllo ha dato esito non più evidenti segni di varicotrombosi, non recidiva.Oggi, marzo 2012, ho effettuato un controllo dal chirurgo che mi ha evidenziato a dx incontinenza della vgs di gamba con varici da incontinenza di vv perforante. Mi ha quindi consigliato di procedere alla safenectomia per risolvere completamente il problema.E' una scelta giusta? sono abbastanza indecisa sul da farsi.Chiedo , se possibile una risposta solerte.grazie e cordiali salutiMorena